FACCIAMO CHIAREZZA. "SCADENZA" DVR,VISITE MEDICHE E FORMAZIONE.

30.10.2017

Quando "scade" il DVR?

Il Documento di Valutazione dei Rischi, così come definito nell'art 28 del D.Lgs 81/08 serve ad indicare tutti i rischi a cui sono sottoposti i lavoratori in un'azienda, a definire le procedure di sicurezza, i dispositivi da utilizzare, le procedure di prevenzione da attuare, le figure che si occuperanno della sicurezza sul lavoro.
Una prima indicazione sui termini della scadenza del DVR ci viene già dall'art 29 del Testo Unico, rivisitato dal D.Lgs 106/09, in cui si definisce che l'Aggiornamento del DVR va effettuato ogniqualvòlta si verifichi uno dei seguenti casi:

  • significative modifiche dell'organizzazione aziendale (acquisto di nuovi strumenti o macchinari, ristrutturazioni, traslochi, cambiamenti organizzativi);
  • in caso di importanti infortuni o malattie professionali;
  • se gli esiti della sorveglianza sanitaria ne diano indicazioni;
  • in caso di nuove nomine all'interno dell'organigramma della sicurezza;
  • in caso di aggiornamenti normativi che ne implichino una revisione;
  • introduzione di nuovi dipendenti in aggiunta all'organico precedente o anche solo in sostituzione di qualcuno.

Si può dunque parlare di scadenza del DVR? Più che di scadenza, il DVR - Documento di Valutazione dei Rischi non è un documento statico, che una volta elaborato può essere dimenticato ed archiviato, bensì un documento che costituisce parte integrante dell'azienda, seguendone l'evoluzione ed i cambiamenti strutturali, organizzativi e tecnici, con l'obiettivo di monitorare periodicamente e tempestivamente l'insorgenza (o la scomparsa) di eventuali rischi per i lavoratori, nonché le relative misure preventive e protettive.

Ricordiamo che dal 01 luglio 2013 DVR - Documento di Valutazione Rischi è obbligatorio in tutte le imprese con almeno un dipendente.

Sanzioni per mancato adeguamento

  • Per omessa redazione del DVR, violazione Art. 29, c.1, l'arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2.500 a € 6.400. La pena dell'arresto è estesa da 4 a 8 mesi nelle aziende a rischio di incidente rilevante e con l'esposizione a rischi biologici, cancerogeni/mutageni, di atmosfere esplosive, etc.
  • Per incompleta redazione del DVR con omessa indicazione delle misure ritenute opportune al fine di garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza, misure di prevenzione e protezione, DPS, procedure sulle misure da adottare e distribuzione dei compiti e delle responsabilità, è prevista una ammenda da € 2.000 a € 4.000. La redazione e la presenza di un DVR a norma ed aggiornato in azienda si configura altresì come obbligo per l'accesso ad agevolazioni e benefici contributivi nel caso di particolari tipologie di assunzione.

Documenti

Sorveglianza Sanitaria 

  • Almeno una volta all'anno in caso di esposizione a sostanze chimiche e cancerogene o ad agenti biologici
  • Ogni 2 o 5 anni in caso di esposizione a rischio Videoterminali

Approfondisci l'argomento

Medicina del Lavoro Tecnologia&Sicurezza Foggia

Sanzioni per mancate visite mediche

Ammenda da 2.192,00 a 4.384,00 euro, se la violazione si riferisce a più di cinque lavoratori gli importi delle sanzioni sono raddoppiati, se la violazione si riferisce a più di dieci lavoratori gli importi delle sanzioni sono triplicati.

Corsi di formazione e aggiornamento

La formazione in materia di sicurezza sul lavoro deve essere fatta da tutte le aziende ai propri lavoratori per non rischiare sanzioni e altri spiacevoli inconvenienti. I percorsi formativi nascono in seguito all'accordo Stato/Regioni entrato in vigore nel 2012 che prevede corsi obbligatori e facoltativi rivolti ai dipendenti, soci e titolari. L'accordo, secondo quanto previsto dal d.lgs.81/2008, contiene tutte le norme e le direttive necessarie per effettuare correttamente la formazione e determina l'obbligo di un aggiornamento continuo, stabilendo la periodicità e le modalità del rinnovo.  

Approfondisci l'argomento 

Corsi in aula Tecnologia&Sicurezza Foggia 

Corsi E-learning Tecnologia&Sicurezza Foggia

Sanzioni per omessa formazione

Arresto da due a quattro mesi o l'ammenda da euro 1.315,20 a 5.699,20 euro (art. 55, c. 5, lett. c), se la violazione si riferisce a più di cinque lavoratori gli importi delle sanzioni sono raddoppiati, se la violazione si riferisce a più di dieci lavoratori gli importi delle sanzioni sono triplicati.

Il contenuto della presente, avendo esclusivamente carattere informativo, non può essere considerato esaustivo, pertanto Tecnologia&Sicurezza Foggia rimane a disposizione per fornire indicazioni specifiche alle aziende ed ai lavoratori.