Visite mediche periodiche obbligatorie

30.01.2017

Visite mediche periodiche obbligatorie (D.Lgs 81/08)

Le visite mediche periodiche obbligatorie ai dipendenti/impiegati (lavoratori in generale), devono essere effettuate dal medico competente specialista in lavoro, al fine di valutarne l' idoneità lavorativa alla mansione specifica come da art. 41 del D.Lgs 81/08.

Quando c'è l' obbligo di sottoporre i dipendenti a visite mediche periodiche?

Come ribadito dal testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs 81/2008), le visite mediche periodiche ai lavoratori devono essere effettuate nei seguenti casi:

  • a) visita medica preventiva intesa a constatare l'assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore e' destinato al fine di valutare la sua idoneita' alla mansione specifica;
  • b) visita medica periodica per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di idoneita' alla mansione specifica;
  • c) visita medica su richiesta del lavoratore: nel caso in cui il medico competente la ritenga necessaria al fine di valutare eventuali peggioramenti causati dall 'attività lavorativa. La finalità della visita sanitaria di controllo è sempre quella di esprimere il giudizio di idoneita' o meno alla mansione specifica;
  • d) visita medica in occasione del cambio della mansione onde verificare l'idoneita' alla nuova mansione specifica;
  • e) visita medica alla cessazione del rapporto di lavoronei casi previsti dalla normativa vigente.

Con quale periodicità (scadenza) bisogna sottoporre i lavoratori a visita medica?

La periodicita' (scadenza) delle visite di sorveglianza sanitaria, nel caso in cui non sia definita espicitamente dalla legge, deve considerarsi di un anno.
La frequenza della periodicita' puo' essere modificata dal medico competente in funzione della valutazione del rischio.
L'organo di vigilanza, con provvedimento motivato, puo' disporre contenuti e periodicita' delle visite mediche di sorveglianza sanitaria differenti rispetto a quelli indicati dal medico competente.